venerdì, gennaio 13, 2006

Le ceneri di Gramsci

Cari compagni, cari compagne:

sebbene io sia perfettamente conscio che e rimasta littera morta il mio consiglio su gli scritti corsari, sento la necessita di consigliarvi un altro capolavoro di pisolini, questa volta si tratta di una raccolta di poesie.

Le ceneri di gramsci e, a mio avviso, un testo in poesia di qualità altissima e trovo che non vi sia recensione che posa descrivere:

Non è di maggio questa impura aria

che il buio giardino straniero

fa ancora più buio, o l'abbaglia

con cieche schiarite... questo cielo

di bave sopra gli attici giallini

che in semicerchi immensi fanno velo

alle curve del Tevere, ai turchini

monti del Lazio... Spande una mortale

pace, disamorata come i nostri destini,

tra le vecchie muraglie l'autunnale

maggio. In esso c'è il grigiore del mondo,

la fine del decennio in cui ci appare

tra le macerie finito il profondo

e ingenuo sforzo di rifare la vita;

il silenzio, fradicio e infecondo...

Piuttosto invito i compagni e le compagne amanti di poesie a immergersi in questa opera divina e, perché no?, anche nelle poesie friulane di Pasolini.

Enrico Gangesova (alias Francesco il Giovane)

 

 

3 Comments:

At 13/1/06 16:40, Blogger Giorgia said...

devo proprio ammettere che la scelta di questo brano è davvero di gran gusto e sono d'accordo con te sul fatto che la poesia parli da sola..!! credo che mi appropinquerò (hihihi) a leggere il testo da te consigliato perhè sinceramente mi ispira assai.. comunque potremo veramente leggere qualche verso in classe.. che ne dice professoressa??

 
At 14/1/06 18:25, Blogger Francesco Casalegno said...

ah che bello che ci sia qlcuno che la pensa come me...

 
At 16/1/06 15:33, Blogger veronica said...

non si può rimanere indifferenti davanti ad un testo come questo...ho già fatto in modo di reperire il testo delle poesie e senza dubbio meriterebbero largo spazio di discussione in classe con la professoressa.....se ti può consolare(difficilmente)il tuo elogio agli scritti corsari non è rimasta lettera morta...

 

Posta un commento

<< Home