domenica, febbraio 12, 2006

Autogestione:conferenza sulla corruzione italiana

Martedì 7 ho assistito ad una conferenza su il grande fenomeno della corruzione, nato in italia molti anni fa ma scoperto e sventato(non completamente)all'inizio degli anni '90 da un pool di giudici milanesi.Questo sistema ci è noto con il nome di Tangentopoli,affibbiatogli dai media.Ospite e relatore della conferenza: Marco Travaglio,giornalista e scrittore di diversi libri riguardo i rapporti tra illegalità e mondo politico.
Tangentopoli è un grosso sistema di corruzione esteso a tutti i campi del lavoro pubblico,che all'insaputa di tutti di ramificò a tal punto che in un momento le autorità non riuscirono più a gestire la situazione:infatti avvenne un forte indebolimento dell'economia poichè la corruzione era presente ovunque ci fosse un nuovo appalto disponibile e il fisco si vide costretto ad aumentare spaventosamente le tasse.
Tuttavia dopo molti anni di speculazioni iniziò una vera e propria battaglia contro la corruzione:il primo indagato fu l'amministratore di un ospizio, il dottor Chiesa che prendeva le cosìddette bustarelle cercando di fare la cresta su qualsiasi entrata speculabile, per poi arrivare all'indagato che suscitò il maggior scalpore,il presidente del consiglio e leader del partito socialista Bettino Craxi.
Un aspetto che mi ha colpito della disussione è un fatto accaduto alla fine degli anni '80:Craxi già indagato, in un discorso in parlamento ,additando tutti presenti chiese a chi non avesse mai rubato in vita sua di alzarsi;nessuno si sollevò dagli scranni, anche chi era sempre stato onesto, per timore che gli oppositori al proprio partito avrebbero potuto accusarlo dicendo:"Tu non hai rubato,ma altri del tuo partito sì"
Un altro aspetto del dibattito che mi ha lasciato perplesso è il fatto che coloro i quali sono indagati per corruzione non possono accedere alle cariche statali meno importanti,ma possono ricoprire incarichi quali senatore,sotto segretario,ministro e addirittura presidente del consiglio.Com' è possibile questo?Eppure è così.
Per finire vi lascio con una domanda:possono convivere onestà e politica?