domenica, febbraio 19, 2006

geografia V delta-kenya

INIZIAZIONE
L'iniziazione nelle società tradizionali si differenzia da comunità a comunità.
Il rito di iniziazione introduce i giovani alla vita della tribù e alla vita del vero uomo adulto
Gli iniziati,allora,potevano godere di tutti i privilegi che la comunità offre,ma,allo stesso tempo,dovevano farsi carico di tutte le responsabilità dell'uomo maturo e rispettare gli obblighi della loro comunità
Il rito di iniziazione è solitamente seguito da feste,durante le quali si beve birra e si mangia
MATRIMONIO
Il matrimonio è parte fondamentale della cultura keniana.
Infatti per tutti i membri della comunità è l'aspettativa più grande;l'unone è però considerata incompleta se non si concepiscono dei bambini.
Prima della cerimonia i genitori scelgono la sposa per loro figlio.oppure,ma solo in alcune comunità,lo sposo stesso sceglie la donna che più preferisce.
Sono assolutamente vietate le unioni tra parenti e,prima di ogni matrimonio,sono effettuati scrupolosi esami per evitera le unioni incestuose.
La cerimonia dura parecchi giorni,ed è usanza offrire in regalo agli sposi o capi di bestiame,o soldi oppure cibo
Poligamia
La poligamia era una pratica molto diffusa.
Era un mezzo per ostentare la ricchezza della famiglia.
Serviva inoltre,nel caso la prima moglie non avesse avuto figli,per smentire la presunta sterilità dell'uomo
Divorzio
Pur non essendo una pratica molto diffusa,il divorzio esiste anche in kenya.Le cause sono per lo più legate alle sterilità o dell'uomo o della donna
MORTE
Nelle tribù keniane si crede che le cause della morte siano legate alla magia,oppure causate dal dio.
La morte è concepita come una partenza;credono infatti alla reincarnazione e alla sopravvivenza dell'anima.
In molte comunità insieme al defunto vengono seppelliti anche i suoi effetti personali,che potrebbero servirgli nella vita futura.
Molti altri credono che subito dopo la morte l'anima del defunto vada vicino al dio e che mantenga le caratteristiche fisiche che lo contraddistinguevano da vivo,in modo che quando appare ai suoi cari loro lo possano riconoscere
E' usanza chiamare i neonati con i nomi dei defunti perchè si crede che in questo modo l'anima del morto si reincarni nel corpo del bambino

 

 

3 Comments:

At 20/2/06 11:57, Blogger SimonaViviani said...

professoressa, sempre riguardo gli approfondimenti, sul blog mancano quello di cavallero sul colonialismo in africa e quello di grillo sui beduini.

 
At 20/2/06 14:54, Blogger veronica said...

scusate se solo adesso potete avere il mio apprfondimento in lingua italiana.....questo è cmq molto più semplice e veloce....

 
At 21/2/06 11:55, Blogger zlatan said...

scusate ma il mio approfondimento di geografia nn mi è mai tornato dopo averlo dato alla classe quindi non è colpa mia...

 

Posta un commento

<< Home