venerdì, febbraio 24, 2006

Torino 2006


Reduce da un'interminabile prova generale della cerimonia di chiusura, ecco che finalmente riesco a far funzionare il computer e ad aprire (anche se a 2 giorni dalla fine) un post sulle olimpiadi...
E così Torino ce l'ha fatta... ha superato queste due settimane di giochi olimpici e l'ha fatto egregiamente!!
Secondo me sarà dura per tutti tornare alla "vecchia Torino" cioè a quella grigia città che era! Ma poi, sarà proprio così? Dite che la nostra città tornerà ad essere quella che era?
Le olimpiadi lasceranno di certo il segno a Torino ma basterà qst per lasciare la città bella quanto adesso?? Solo aspettando lo sapremo...
Direi che qst post serve + che altro x far sì che ognuno possa raccontare cm ha vissuto qst olimpiadi e come gli sn sembrate...

Mando un bacio a tutti,

Giorgia


 

 

5 Comments:

At 24/2/06 20:03, Blogger SimonaViviani said...

ho sempre adorato le olimpiadi, e il fatto di averle proprio qui a casa nostra mi eletrizzava non poco. e l' impegno organizzativo ha dato i suoi frutti, direi (a parte gli eccessi del caso, come i mitici stendardi rossi da 200 euro l' uno. 200 euro l' uno, siori e siore.). l' unica parola per descrivere un evento come le olimpiadi è FANTASTICO. assolutamente fantastico. gioire per le medaglie (mitico fabris!),
soffrire con gli atleti (povera carolina!!! a momenti piangevo...), accettare cocenti delusioni (fusar poli-margaglio, anche loro che dispiacere),
arrabbiarsi di brutto (quella maledetta cohen! sasha sei miei stivali. viva la kostner!!), scoprire atleti fin ora sconosciuti oppure stranieri (irina slutskaya su tutte) se non addirittura degli sport (ma che roba è 'sto curling?), queste sono emozioni uniche che solo un' olimpiade ti sa regale.
ti fa sognare, desiderare di essere almeno in minima parte bravo come quegli atleti, e ad occhi aperti immagini di volteggiare sul giacchio con la stessa eleganza (si nota che adoro il pattinaggio artistico?). poi una fitta alla schiena mi ricorda che sono detentrice di scoliosi e mi suggerisce di lasciar perdere. ma nessuno mi vieta di far casino, di ammirare con gli occhi sgranati e di partecipare, a modo mio, a questo evento che certe volte mi fa pensare che abbia del magico.

 
At 26/2/06 10:31, Blogger Giorgia said...

concordo in pieno.. tra le delusioni citerei anche Rocca (l'avrei ucciso ieri!! ma si possono incrociare gli sci?).
cmq ragazzi.. prox inverno tutti a fare curling, lo sport del momento, ok?
ciao a tutti.. ci si vede stasera in tv alla cerimonia di chiusura (io sarò nel coro di angeli, mentre fede e ceci faranno le spose..!!)

 
At 26/2/06 11:49, Blogger SimonaViviani said...

le star della serata, eh?
divertitevi!! vi supporterò da casa. per il curling propongo di allenarci per vancouver 2010: abbiamo tutto il tempo di diventare dei campioni. oppure apriamo un club di "amici del curling" e andiamo in giro per il mondo a fare propaganda a questa disciplina da antologia.

godiamoci quest' ultimo giorno di torino 2006, seppur con la tristezza in cor.

 
At 28/2/06 21:19, Blogger veronica said...

E' strano pensare che bisogna alzarsi presto la mattina e correre dietro al solito pullman che non ti aspetta...é strano dopo le due settimane più belle di sempre a Torino.
Certo non bisogna lasciarsi prendere dalla malinconia,ma é davvero difficile ricominciare a vedere le strade,i bar,i negozi semi vuoti ed é difficile allontanare tutta l'allegria che lo sport ed in particolare questo evento si portano sempre dietro.....
Dunque un bilancio....sicuramente positivo anzi positivissimo e speriamo che la nostra splendida città rimanga bella come lo è stata in questi giorni in modo tale da farci vivere ogni giorno le nostre olimpiadi......(o mio dio che romantica!!!!!!)

 
At 4/3/06 15:31, Blogger SimonaViviani said...

ragazzi!! notizie dell ultimo minuto. vogliono mettere all' asta gli ormai storici stendardi rossi! sorge subito un dubbio: che picchi toccheranno quanto a prezzo? ce la possiamo cavare con una colletta?

 

Posta un commento

<< Home