mercoledì, marzo 08, 2006

adotta uno scrittore: Gian Luca Favetto

ho pensato di scrivervi qualche notizia su Favetto che è lo scrittore che abbiamo adottato! ecco qui:
è nato a Torino nel 1975. scrive. collabora a "repubblica" e a "diario". è critico di cinema e di teatro. ha scritto una decina di drammaturgie. per radiodue ha condotto nel 2004 il "3131", collabora ad "atlantis" e conduce "7 gradi longitudine est". con marcos y marcos ha pubblicato i racconti chiunque va a piedi è sospetto (1992), il romanzo tommaso torelli, inseguitore (1994) e le poesie il versante accogliente all'ombra (1996); con paravia, un saggio su hemingway; con mondadori il romanzo a undici metri dalla fine (2002), vincitore del premio coni e i racconti se vedi il futuro digli di non venire (2004).

 

 

6 Comments:

At 9/3/06 10:49, Blogger mariachiaragiorda said...

...se non altro la fonte è la stessa!brava francesca.
ora dobbiamo scegliere cosa leggere: io sono per la prima opera.

 
At 9/3/06 20:10, Blogger Giorgia said...

w il copia ed incolla!!!
parte qst, a me ispirava anche "se vedi il futuro digli di non venire".. e poi magari posiamo leggere qualche poesia de "il versente accogliente dell'ombra"..
cmq qst è un'idea geniale x far emergere nuovi scrittori, no?? diamo spazio alle nuove menti..

 
At 10/3/06 17:53, Blogger SimonaViviani said...

giorgia ha l' animo da scopritrice di talenti...
io se non sbaglio avevo letto in biblioteca qualcosa di "se vedi il futuro digli di non veniere", ma non conservo ricordi precisi. quindi per me la scelta del testo è indifferente, dato che non ne letto nessuno.

 
At 10/3/06 20:45, Blogger Francy said...

anche io non ho letto niente di questo Favetto...ma i suoi titoli mi incuriosiscono!!!!!! magari non è tanto conosciuto..ma chissà...potremmo scoprire per caso che è ha un telento nascosto...

 
At 15/3/06 15:24, Blogger SimonaViviani said...

prof sono riuscita a reperire qualcosa di favetto. per la precisione si tratta di "a undici metri dalla fine". ma, dato che non si tratta di racconti ma di un romanzo, temo che non riuscirò mai a finirlo per venerdì, causa impedimenti di vario genere (genitori dispotici; sallustio, per gli amici pallustio, da studiare a memoria...). comunque posso portarlo venerdì a scuola.

 
At 18/1/08 14:20, Blogger giacomo said...

ciao ragazzi, sono arrivato per sbaglio al vostro blog, io sono un estimatore di favetto e mi chiedevo se alla fine avete letto qualcosa di suo e come è stato l'approccio alla sua lingua così preziosa e alla sintassi articolata e sicuramente non di fruibilità immediata. Buona lettura. Giacomo

 

Posta un commento

<< Home