lunedì, marzo 13, 2006

Il cavaliere inesistente

Il romanzo “Il cavaliere inesistente” di Italo Calvino si affianca a “Il visconte dimezzato” e a “Il barone rampante” dando forma ad una trilogia di emblematiche figure.
Questo romanzo è ambientato all’epoca di Carlomagno, tra paladini e cavalieri. Narra delle avventure di Agilulfo, il cavaliere inesistente, un guerriero chiuso nella sua bianca e lucida armatura che è invisibile e presta servizio nell’esercito solo grazie ala sua forza di volontà. Si susseguono nel libro altri bizzarri personaggi tra cui Gurdulù, lo scudiero che c’è ma non sa d’esserci, Rambaldo, un valoroso giovane che vuole vendicare suo padre e finirà per perdere la testa per Bradamante, l’amazzone dalla gonnella color pervinca e poi Torrismondo, Priscilla, Sofronia, i cavalieri del San Gral e tanti altri.
Le invenzioni calviniane sono quanto mai moderne, sebbene “Il cavaliere inesistente” si uscito nel novembre del 1959. Infatti Agilulfo è simile a molti uomini chiusi ed invisibili nelle proprie automobili, celati dietro a comportamenti prestabiliti.Tuttavia il romanzo si legge senza pensare ai possibili significati, ma solo seguendo le strane trovate dei personaggi che porteranno ad un colpo di scena finale….Ve lo consiglio!!!