martedì, agosto 22, 2006

buongiorno a tutti
l'ozio estivo vi ha mortificati o rinvigoriti?
proviamo a fare un sondaggio sulla lettura o il film dell'estate 2006
attendo rimandi

 

 

11 Comments:

At 22/8/06 08:48, Blogger SimonaViviani said...

Salve prof!! Non si può dire che sia rinvigorita... Mi ritengo fortunata di essere ancora intera.
Ho fatto un elenco dei libri letti, ma l'ho lasciato a kiomonts (sono a Torino di passaggio); riporto quelli che mi ricordo. Fondanebtalmente per me è stata l'estate dell'horror.

Anne Rice - Intervista col vampiro
Anne Rice - Scelti dalle tenebre
Anne Rice - La regina dei dannati
Anne Rice - Il ladro di corpi
Stephen King - L'Ultimo cavaliere (la torre nera 1)
Daniel pennac - La prosivendola
Daniel Pennac - Signor Malaussene
Isabel Allende - D'amore e ombra
Bram Stoker - Dracula
George Orwell - 1984
Natalia Ginzburg - Lessico familiare

Iniziato: J.R.R. Tolkien - Il Silmarillion

In attesa: Stephen King - IT
Anne Rice - Armend il Vampiro

Poi ovviamente ci sono tutti i Plauto, Terenzio, Plutarco e Omero gentilmente elargiti dalla Didio.
Eventuali aggiornamente alla mia prossima intercettazione di un computer.
buon residuo di vacanze a tutti.

 
At 9/9/06 11:51, Blogger victoria said...

Che bello che ci siano superstiti!!Le vacanze portano una sorprendente ondata di entusiasmo,che si spera non muoia con l'avanzare dell'inizio della scuola..A giugno con un enorme sforzo ho finito la perseguitante"coscienza di Zeno" e quindi mi sono data da fare a leggere 2 degli autori obbligatori che non ero riuscita neanche a studiare per certe interrogazioni.Ho letto "Il candido"ed "Eugenia Grandet"che ho trovato particormente interessante nonostante le aspettative.
"Persuasion" e "Sense and Sensibility"(per inglese) di Jane Austen,con intervalli dei vari "Bar" di Benni.
Ho quasi finito "Il nome della rosa",su cui sarebbe bello se qualcuno postasse i suoi commenti.Perfavore fatelo,io non sono capace.Aggiornerò anch'io la mia lista,ma quando sarà meno vergognosa...

 
At 16/9/06 23:50, Blogger Bianca said...

Probablmente ho dimenticato qualcosa, o i titoli non saranno esatti.
Il Codice da Vinci - Brown
Latinoamericana - Guevara
Una piccola bestia ferita - Oggero
La storia infinita - Ende
Niente di nuovo sul fornte occidentale - Remarque
la fattoria degli animali - Orwell
Fahrenheit 451 - Bradbury
Tolkien autore del secolo - Shippey
la prosivendola, Signor Malaussene - Pennac
La spada di Shannara - Brooks
Le pietre di Shannara - Brooks
Il Druido supremo di Shannara (x2) - Brooks
L'uomo che fu giovedì - Chesterton
Il nome della rosa
L'ombra del vento - Ruiz Zafón.

 
At 18/9/06 00:14, Blogger mariachiaragiorda said...

per bianca: cosa ne pensi dell'uomo che fu giovedi?

per simona, victoria e bianca: la lettura migliore?

a chi piace il genere giallo vi consiglio la scrittrice vargas, francese contemporanea.
arguta ed esilarante

 
At 18/9/06 16:30, Blogger SimonaViviani said...

Chesterton mi ha stupito. Mai avrei pensato che la conclusione fosse così originale, soprattutto contando l'epoca in cui scriveva.
La lettura migliore... Mah, forse "La torre nera". Anche se ho letto solo la versione corretta e ora vorrei procurarmi la prima versione "acerba" fatta da King diciannovenne.
Adoro i gialli, insieme ai miei prediletti fantasy. Resta sempre l'ostacolo-mamma: vedrò cosa posso fare per aggirarlo e cercare qualcosa della Vargas [dove si è mai visto che una figlia che chiede di poter leggere Shakespeare venga ammonita dai genitori?? Ma scherziamo? Meno male che le disoteche non mi interessano...]

Bianca, ti ricordi che mi devi prestare lo zio Terry? Il primo di Shannara, ovviamente.

 
At 18/9/06 20:38, Blogger Giorgia said...

che vita qui, eh?? per fortuna che ci sono le fedeli visitatrici che commentano qualcosina!!
innanzitutto, che bello risentirla, professoressa Giorda??? come sta?? le manchiamo almeno un po'??

beh, dopo questa bella premessa, passiamo a cose serie..
quest'estate sinceramente, non ho letto tantissiomo, a causa forse delle tormentate e nuomerose vacanze..
vi annoierò comunque con la mia lista.. hihihi..!

innanzitutto ho letto "sense and sensibility" di jane austen (versione integrale, of course!) che mi è piaciuto tantissimo! nonostante la trama fosse abbastanza deducibile, l'autrice ha saputo arricchire la narrazione con moltissimi particolari, che l'hanno reso un libro molto piacevole e ricco.
poi mi sono addentrata nella cultura dan browniana (sì, mi piace come scrive.. non odiatemi tutti per questo, ok?) e così ho letto i suoi libri che mi mancavano, ossia "angeli e demoni", "crypto" e "la vertità nel ghiaccio" (che è quello che mi è piaciuto di meno.. storia troooppo deducibile e banale!). Invece consiglio vivamente a tutti crypto (vedi mio post precedente..)
Non poteva mancare poi un opera, romeo e giulietta, del caro shakespeare, letta in lingua originale, per apprezzarla al massimo!!
infine ho letto il "tristano e isotta".. BELLISSIMo!! Leggetelo tuuuutti, capito???
tra poco mi addentrerò nella lettura de "il nome della rosa", ma non ho altri progetti.. any suggestion??

ciao a tutti..

Gio

 
At 19/9/06 14:21, Blogger SimonaViviani said...

Bé, Giorgia, se ti è piaciuta la Austen devi assolutamente leggere "Orgoglio e pergiudizio", sempre che tu non l'abbia già fatto. Darcino mio!! Quant'è bello quel libro...

Per i libri di ambientazione medievale, nessuno ha mai letto qualcosa di Alexandre Dumas? L'autore di Robin Hood ed I Tre moschiettieri, per intenderci.

Il "Nome della rosa" è d'obbligo, così se poi siamo tanti ad averlo letto facciamo il post come ha chiesto victoria...

 
At 19/9/06 21:45, Blogger Bianca said...

Professoresas: Chesterton è troppo forte... Il finale l'ho letto in fretta, e l'ho trovato un po' pasticciato, ma il resto fa rotolare dal ridere...

la migliore lettura: oh... sono combattuta tra il nome della rosa e il fronte occidentale.

Saimon: lo zio Terry lo sta 'leggendo' Paps. Dice che è un ottimo sonnifero... e non ha tutti i torti. Dumas..? Diamine! Il conte di Montecristo, l'ho letto un sacco di tempo fa, ma è bellissimo!

Giorgia: dato che ne parlavate tanto sul blog ho letto il codice. Ok, ok, prende, e scorre bene. ma il finale? Fa proprio pena...

 
At 19/9/06 22:25, Blogger mariachiaragiorda said...

ottimo il post sul nome della rosa, con spassionato giudizio di confronto tra libro e film

come scritto sopra, sono al berti ed è ovvio che sento la mancanza delle "mie" classi dell'alfieri...peccato!

la vargas si trova ovunque, è pubblicata da einaudi (stile libero)

rinnovo l'auspicio di cui sopra: andiamo avanti con il blog se vi va.. si accettano proposte esilaranti.
anche più esilaranti di "adotta uno scrittore" con cui a sottoscritta vi ha deliziato! ;)

 
At 21/9/06 20:29, Blogger Tullia said...

Dopo questi elenchi colmi di libri utilissimi alla cultura, mi sento quasi patetica cn il mio misero riassunto :'( ...
In ogni caso sento il dovere di rendervi partecipi delle mia letture!!
Innanzitutto anch'io quest'estate mi sono dedicata a un autore in particolare, ovvero Ken Follett.
Il primo romanzo che ho letto è stato quello consigliato dll professoressa, "I pilastri della Terra", che ho trovato valido sia per la trama avvincente e mai scontata, sia per l'ambientazione curata nei minimi particolari. Poi è stata la volta di "Nel bianco", "Un letto di leoni" e "Il terzo gemello"... Senza perdermi in inutili parole di elogio, ci tengo solo a dire quanto trovi apprezzabile il modo in cui Follet si "cala" in realtà a lui estranee nella vita quotidiana, quali le lotte fra case farmaceutiche, i temi scientifici, la guerra in Afghanistan, la bioetica. Sempre in ambito di thriller ho ammirato la fine logica di John Grisham ne "il broker". Mi è francamente piaciuto poco "Diario d1killer sentimentale" di Sepulveda: l'aspetto psicologico del protagonista era coinvolgente, ma penso che avrebbe potuto renderlo meglio cn una trama di miglior fattura. Non poteva mancare nella mia estate un romanzo di Isabel Allende(;D)quale "Figlia della fortuna": lo stile di qst romanzo è quello solito dell'Allende a me tnt caro, anke se la trama è meno scorrevole di altre sue opere.
Ma di tutte le letture d questa lunga estate travagliata, la mia preferita è stata senz'altro un romanzo che ho trovato a dir poco STUPENDO, ovvero "Le madonne dell'Ermitage" di Debra Dean. Magistrale il modo in cui la scrittrice ha condotto l'opera su tre piste parallele: la storia dll protagonista nella Leningrado del1941, quella negli Stati Uniti ai giorni nostri e qll secondo me più significativa, ovvero la metafora dll sua vita attraverso i quadri dell'Ermitage.
Isabel Allende ne ha detto::"Un'indimenticabile storia sull'amore, la sopravvivenza e il potere dell'immaginazione. Elegante e poetico: è quel raro tipo d romanzo k s vorrebbe far leggere a tutti".
Infine il libro consigliato della prof. Parisi "Gli dei,l'universo e gli uomini",qll consigliato dll prof. Giorda "Storie di eretici", che torneranno senza dubbio utili per letteratura greca e storia...
Spero di non avervi annoiati....

 
At 22/9/06 17:41, Blogger Blanche said...

io ho letto i seguenti libri:
morte a venezia, mann
il signore delle mosche, golding
orgoglio e pregiudizio; ragione e sentimento, austen
Cannery row, steinbeck(mi piace un casino questo scrittore californiano)
racconto azzurro;la prima sera;il maleficio, yourcenar
la tempesta, shakespeare
Mrs Dalloway, Woolf
uomini e topi, steinbeck
il buio oltre la siepe, lee
Capitano alatriste, perez reverte
il corsaro nero, salgari(stupendo)

 

Posta un commento

<< Home