sabato, novembre 25, 2006

antonella e jessica

È una storia ambientata nel periodo nazista.
I protagonisti sono una famiglia di ebrei che vive a Firenze, successivamente deportati nel campo di concentramento di Auschwitz.
è straordinario il modo in cui il padre, interpretato da R.Benigni
riesce mettere sotto una luce diversa, quella dell’ironia, tutto ciò che accade intorno alla sua vita e quella della sua famiglia .
Un film di grande emozione ed ironia

 

 

4 Comments:

At 30/11/06 07:33, Blogger mariachiaragiorda said...

rilancio attraverso questo sapzio l'idea del viaggio ad auschwitz

andrò di nuovo come gli anni scorsi a gennaio con studenti della vostra età

se credete che possa essere un'esperienza da farsi sono disposta ad accompagnarvi, capendo come e se è possibile.

sarebbe a fine gennaio per il giorno della memoria
in treno, con altri 400 circa.
attendo notizie

 
At 3/12/06 20:38, Blogger little_writer said...

sarebbe molto interessante/utile, ma bisognerebbe trovare un modo furbo perchè la scuola nn fosse un ostacolo insormontabile...
ne parliamo giovedì a pranzo?
tullia

 
At 4/12/06 16:22, Blogger Giorgia said...

concordo con tullia.. per quanto mi riguarda, l'ostacolo maggiore è rappresentato dalla scuola, ma mi farebbe veramente piacere e credo potrebbe essere un'esperienza molto interessante..
credo però che non si possa parlare di organizzare un qualcosa a livello di classe... comunque propongo di trattare l'argomento giovedì!!

Giorgia

 
At 12/12/06 22:49, Blogger Bianca said...

Mah.. a me piacerebbe, ma già ci vogliono chiudere in un monastero (!!!) più la gita (sperando che si faccia). Se saltiamo altri giorni Moda ci trita...

 

Posta un commento

<< Home