domenica, dicembre 10, 2006

Lo Scudo di Talos

Questo libro è ambientato nell'Antica Grecia, dove un ragazzo, nato da una famiglia di nobili, viene abbandonato a causa del suo piede storto. Infatti egli non era accettato dalle leggi di Sparta, che voleva giovani forti e sani, come suo fratello Brithos. Il piccolo fu trovato da un vecchio pastore che gli insegnò a usare l'arco, così il ragazzo chiamato Talos crebbe tra gli Iloti, la gente povera di Sparta. Un giorno però incontrò suo fratello e sucessivamente combatterono insieme contro i Persiani. Ma durante una battaglia il fratello Brithos venne ucciso e a quel punto Talos seguì il suo re Pausanias, che gli rivelò il suo vero nome, Kleidemos. Pausanias voleva cambiare Sparta con l'aiuto dei Persiani e Talos fu d'accordo. Poi però i piani del re vennero scoperti e fu ucciso pe tradimento. Talos, poichè era nato tra gli Spartiati ma era cresciuto tra gli Iloti, le due cose si contrastavano. Allora decise di seguire la sua gente e poichè era chiamato dagli Iloti "il Lupo", egli fece ricostruire la città di Ithome in Messenia, dove poi vi si trasferì insieme al suo popolo. Il ragazzo morì durante l'ultimo scontro tra Spartiati e Iloti.
Io sono rimasto molto affascinato da questa storia perché mi intrigava molto e perché l'ho trovata originale. Era una cosa che non sarebbe mai accaduta nella Grecia Antica, che un uomo nascesse da due stirpi diverse e tra loro rivali.

 

 

5 Comments:

At 12/12/06 16:29, Blogger giulia92 said...

Anch'io ho letto questo libro e mi e' piaciuto molto l'intrigo della storia. Mi ha anche fatto venire 1 po' di curiosita' sugli avvenimenti di quel periodo. Pero' secondo me Talos alla fine non muore ma si trasforma in lupo, perche' non trovano il corpo.

 
At 16/12/06 11:53, Blogger alessandra24 said...

Questo libro mi è piaciuto abbastanza,anche se di Manfredi preferisco decisamente "L'impero dei draghi".

 
At 19/12/06 16:37, Blogger fmx's_12 said...

Onestamente non "amo" V.M.Manfredi, tuttavia Lo Scudo di Talos è stato un libro che ha saputo interessarmi più di quanto credessi...

 
At 19/12/06 22:30, Blogger ele93 said...

Ho già letto questo libro e l'ho trovato molto appassionante e coinvolgente. Lo consiglio a tutti quelli che, come me, hanno scoperto la "bellezza" della lettura tardi. Il libro ha approfondito anche le mie conoscenze sul mondo dell'antica Grecia.

 
At 21/12/06 17:38, Blogger miki169 said...

Questo libro non mi ha eccessivamente entusiasmato pur avendo una trama che ho apprezzato .Più che altro nn mi è piaciuto lo stile con cui è stato scritto.Di Manfredi preferisco L' Impero dei draghi

 

Posta un commento

<< Home