domenica, dicembre 17, 2006

Neverland..tra fantasia e realtà...

Ciao a tutti e in particolare a tutti i miei compagni di classe iscritti, è la prima volta che scrivo in questo blog:che emozione!Ho deciso di scrivere qualche riga su questo film,Neverland,che ho trovato davvero magico e commuovente. Racconta la straordinaria storia di James M.Barrie,un famoso scrittore di opere teatrali, che porterà alla creazione della favola di Peter Pane alla sua rappresentazione sul palcoscenico.James, infelice della sua vita sentimentale,conosce un giorno la bella Kate Winslet,vedova, e i suoi quattro bambini tra i quali c'è Peter.Peter che ha sofferto molto per la morte del padre, è un bambino introverso,serio,senza fantasia che tutti i bambini hanno e segnato dal dolore. Proprio da questa famiglia e dall'amore che nascerà per Kate e per i suoi figli, James troverà l'ispirazione per la sua rappresentazione teatrale il cui protagonista sarà Peter, o meglio lui stesso che riuscirà a portare felicità in quella famiglia proprio grazie alla fantasia e grazie al suo spirito di eterno bambino e riuscirà a mostrare a Kate l'isola che non c'è che è in ognuno di noi,quel luogo meraviglioso e immaginario in cui tutto è possibile.

 

 

6 Comments:

At 17/12/06 19:38, Blogger giulia92 said...

Ho gia' sentito parlare di questo film, pero' non bene perche' la storia di James Matthew Barrie in realta' non coincide con il film. Pero' mi piacerebbe vederlo.

 
At 17/12/06 20:35, Blogger SimonaViviani said...

Si, infatti ci sono parecchie diferene. Io so queste:
I. I figli erano cinque e non quattro.
II. Il marito di Sylvia Llewelyn-Davies era ancora vivo quando Barrie la incontrò con i suoi figli.
III. Sylvia morì nel 1910, sei anni dopo la "prima" di Peter Pan (1904).
IV. Nel film non solo non si acenna al nanismo dello scrittore, lo hanno anzi trasformato completamente. Niente contro Deep, per carità, ma non mi sembra che proprio bassino...

 
At 17/12/06 23:56, Blogger ste.91 said...

Da come è stato descritto, pare proprio un bel film! L'idea mi sembra ottima perchè viene rivisitato il celeberrimo personaggio di Peter Pan non raccontando la storia ormai ripetuta in più film del simpatico personaggio volante come venuto da una misteriosa isola, ma arrivato dalla fantastica mente di uno scrittore. La bravura di questo autore è insita nel fatto che è riuscito a rendere immortale un personaggio associandolo ad un invito di libertà, di creatività. Questo distingue veramente il suo genio! Inoltre, da come è stata esposta la trama di questo film e non avendo ancora avuto occasione di vederlo, mi sembra che forse il vero intento del regista non era quello di mostrare la biografia dell'autore del romanzo, ma piuttosto di mostrare che la fantasia (in questo caso quella dello stesso scrittore) possa aiutare ad uscire da situazioni problematiche o a creare un proprio mondo dove rifugiarsi dalla materialità della vita(come di fatto avvine nella storia ai fratelli che Peter Pan coinvolge nella sua avventura). Ritengo dunque che il lungometraggio in questione non sia un capolavoro ma comunque che sia meritevole d'essere visto, basandomi su ciò che è stato scritto su questo film, pur non avendolo purtroppo ancora visto e credendo sulla parola l'autrice dell'articolo e alcuni miei amici che l'hanno visto.

 
At 18/12/06 19:18, Blogger daniela said...

se c'è Jhonny Depp vale la pena di vederlo.........ECCOME!!!

 
At 18/12/06 21:27, Blogger agnese said...

Anche io ho visto questo film e l'ho trovato molto interesante.Ho pure costretto i miei genitori a vederlo due volte!!Anche se la storia casomai non è identica a quella reale,a me comunque mi ha coinvolto.Infine trovo che Jhonny Deep sia un attore bravisimo,infatti è il mio preferito!!!

 
At 19/12/06 11:12, Blogger NymphetamineGirl said...

Neverland a me è piaciuto molto, a parte perché johnny depp è il migliore, anche perché, per quanto la trama possa essere modificata e romanzata, è affascinante e secondo me rende perfettamente il genio di James Barrie.

 

Posta un commento

<< Home