giovedì, gennaio 11, 2007

La Ragazza delle Arance


In queste vacanze di natale, oltre ad oziare ovviamente come penso abbiano fatto tutti(!), ho avuto la fortuna di leggere un libro veramente bello regalatomi da una mia cara amica...
Il titolo di questo libro è appunto "La ragazza delle arance" scritto da Gaarder Jostein. E' la storia di un quindicenne che ritrova una lettera scritta dal padre morto quattordici anni prima.
In essa viene narrata una storia attraverso la quale georg, il protagonista, avrà modo di conoscere finalmente quella figura paterna che gli era stata bruscamente portata via quando era piccolo..
Un libro semplice, scritto con un linguaggio chiaro e non troppo elaborato, che porta a grandi riflessioni sul valore della vita e di ogni singolo giorno, lasciando il lettore però libero di trarre le proprie conclusioni. Credo che il bello del libro sia proprio questo: lo scrittore ci porta attraverso profonde riflessioni, ci fornisce tutte le argomentazioni e tutte le domande, ma non ha la presunzione di rispondere al posto nostro, conscio forse che la sua risposta potrebbe non essere la nostra.. ci sollecita quindi anche a prendere le nostre decisioni senza curarci del parere altrui o delle conclusioni che lui trae, ma guardandoci solo onestamente dentro dove potremo trovare una risposta.

Giorgia

 

 

2 Comments:

At 12/1/07 19:18, Blogger Bianca said...

ooh! Giorgia! bentornata!
(quanto tempo eh?)

 
At 17/1/07 09:50, Blogger roberta said...

Ho letto il tuo post, e da come hai raccontato la trama sembra essere un libro molto bello. Ho intenzione di leggerlo al più presto.

 

Posta un commento

<< Home