giovedì, gennaio 11, 2007

Marcovaldo

Marcovaldo ovvero le stagioni in città è una favola metropolitana costituita da venti novelle(per ogni stagione cinque) di cui il protagonista è appunto l'operaio Marcovaldo, con la moglie Domitilla e i figli Michelino, Filippo, Pietruccio e Teresa. A differenza della moglie Domitilla, più concreta e materiale, Marcovaldo è un sognatore che riesce ad apprezzare i pochi elementi legati alla natura presenti in città. Questa sua caratteristica vuole mettere in evidenza lo sconvolgimento interiore causato dallo sviluppo industriale all'individuo, come sottolinea anche Charlie Chaplin in "Tempi Moderni".
Questo libro mi è piaciuto e l'ho trovato originale e scorrevole. In particolare, mi ha trasmesso una dolce malinconia il racconto "L'aria buona" in cui ho vissuto insieme al padre di famiglia, attento e premuroso nei confronti dei figli, la nostalgia per un mondo ormai lontano e perduto.
Dall'altro canto ho trovato divertenti "Funghi in città", "La cura delle vespe" e "Il coniglio velenoso".

 

 

1 Comments:

At 17/1/07 15:26, Blogger NymphetamineGirl said...

a me marcovaldo non è mai piaciuto. l'ho cercato di leggere circa 3 volte, e non sono mai riuscita a finirlo... io non riesco mai a finire i libri noiosi...

 

Posta un commento

<< Home