martedì, febbraio 06, 2007

Atr Spiegelman: MAUS

ho letto maus di art spiegelman, un'opera molto autobiografica, infatti lo stesso autore è un personaggio del libro, che porta il suo stesso nome. spiegelman utilizza il fumetto allegorico per raccontare la storia: i personaggi sono rappresentati con aspetto animale, per esempio gli ebrei perseguitati sono dei topi, contrapposti ai tedeschi raffigurati come gatti. il libro parla di un giovane autore, art spiegelman, intenzionato a far conoscere la storia del padre, un ebreo polacco sopravvissuto ai campi di concentramento. vladek, padre di art, racconta al figlio che mentre si trovava a sosnowiec, in polonia, per visitare la sua famiglia incontra anja, un giovane ebrea del paese e se innamora. nel frattempo scoppia il secondo conflitto mondiale e nel 1939 vladek viene mandato al fronte e fatto prigioniero: da qui inizia una parte della sua vita in cui deve vivere in luoghi bui e nascosti, per non essere scoperto dai nazisti, cercare cibo al mercato nero e vendere stoffe senza tessera. dopo alcuni mesi passati a nascondersi in posti sempre nuovi e più sicuri, vladek e anja decidono di passare la frontiera per andare in ungheria, ma vengono presi e mandati nel campo di concentramento di auschwitz, dove vladek fa dapprima lo stagnaio, poi il calzolaio ed infine viene messo ai lavori forzati, ma cerca sempre di aiutare in tutti i modi la moglie.