giovedì, febbraio 08, 2007

Batman begins, le origini drammatiche di un supereroe


Come è nato il mitico protettore di Gotham City? E' sempre stato il provvidenziale e coraggioso "pipistrello notturno" che tutti noi conosciamo? Ma soprattutto, da dove nasce il suo stemma che rappresenta il tenebroso animale della notte? Per capire a fondo il suo carattere e comprendere la sua azione protettrice, bisogna conoscere la sua infanzia. Quando è ancora un bambino, infatti, avvengono due fatti che segneranno per sempre la sua vita: il primo è la caduta nel pozzo che si trova nel giardino dell'immensa tenuta dei genitori, dove si imbatte in uno stormo di pipistrelli. Lui ne rimane traumatizzato, perchè questi animali sono la sua più grande paura. Il secondo avvenimento è la morte dei genitori, uccisi da un pazzo che voleva che loro gli consegnassero tutti i soldi che possedevano davanti all'uscita posteriore di un teatro; siccome l'uscita prima della fine dello spettacolo era dovuta al fatto che il piccolo Bruce aveva visto in alcune figure scure presenti sulla scena dei pipistrelli, questi crederà sempre che la colpa della morte dei genitori sia attribuibile a lui. Per espiare questa colpa, impartirà a se stesso una serie di tremende punizioni, tra le quali l'imprigionamento, fino a che non arriverà una singolare persona che lo tirerà fuori con la promessa di aiutarlo a curarsi da questa perenne colpa. Questi lo sottopone ad un duro addestramento che comprende anche le arti marziali e che mira soprattutto a superare la sua paura dei pipistrelli e il suo senso di colpa. Alla fine del suo percorso come allievo, però, scopre che la setta comandata da colui che lo aveva tirato fuori di prigione usa come metodo di giustizia la vendetta con omicidio e la abbandona. Ritorna allora a Gotham, dove decide di difendere la legalità diventando il leggendario Batman: sceglie come suo simbolo il pipistrello per infondere quella che era la sua maggior paura ai suoi avversari. Dopo poco tempo, però, la setta di cui aveva fatto parte torna per distruggere Gotham perchè ritiene che la città sia troppo carica d'ingiustizia e di illegalità. Il celeberrimo paladino della giustizia riuscirà a dimostrare il contrario, salvando la sua città dal progetto catastrofico della setta.
Il bravissimo regista Christopher Nolan è riuscito a produrre un film che delinea più che altro i caratteri psicologici del supereroe Batman senza renderlo eccessivamente pesante.
Il film è inoltre un'amara critica della società contemporanea e della sua illegalità: il mondo infatti non deve essere rifatto su nuove leggi che creino un altro stile di vita diverso da quello di adesso, ma bisognerebbe che esistessero delle persone in grado di far rispettare le regolamentazioni tuttora esistenti; la stessa Gotham City della storia, se si osserva con attenzione, è un ritratto estremo dei problemi delle città dei giorni nostri.

 

 

1 Comments:

At 10/2/07 13:49, Blogger fra'06 said...

GH!un altro amante del genere supereroistico!
il film è molto bello, incredibilmente vicino al fumetto dc, al contrario dei primi quattro (chi ricorderà batman forever saprà di cosa parlo).
La storia del fumetto è COMUNQUE molto diversa (anche come periodo storico; il primo bruce wayne nasce negli anni trenta), come adattamento è molto libero (non è fedele come Brian Singer nei film degli Xmen) ma è comunque spettacolare.Ciò che più rimpiango è la batmobile, a cui hanno tolto tutta la sua eleganza per ridurla ad una gip.
Aggiungo due cose: batman NON ha paura dei pipistrelli nella versione originale e non fa parte di alcuna setta.
_________________________
FRa FoR FReedom

 

Posta un commento

<< Home