lunedì, febbraio 26, 2007

Isabel Allende, La citta' delle Bestie

Questo mese ho letto "La citta' delle Bestie", primo volume di una trilogia, di Isabel Allende. Narra di un ragazzino californiano di 15 anni, Alexander Cold, che a causa del tumore della mamma viene affidato alla nonna giornalista. Con lei, partecipante alla spedizione dell' "International Geographic", intraprende un viaggio nella foresta amazzonica per cercare la mostruosa Bestia, che con il suo odore paralizza chi la incontra. Alex si trova così ad affrontare eventi e situazioni eccezionali: dalle banali punture degli insetti, all’incontro con animali feroci e creature magnetiche come il giaguaro, suo animale totemico.
Nel gruppo della spedizione c’è anche Nadia, la figlia tredicenne della guida. La madre è inglese ma lei è nata nella foresta e si muove in perfetta armonia nella natura selvaggia. Sa tante cose e Alex con lei si sente più sicuro. I due ragazzi sono inseparabili e le loro avventure diventano incalzanti: incontrano spiriti e sciamani, scoprono che alcuni membri della spedizione vogliono sterminare gli indios, cadono in balia del Popolo della Nebbia, assumono strani poteri e sensibilità... Alla fine riescono a scoprire il mistero della Bestia e a salvare gli indigeni, ma anche a conoscersi meglio e si lasciano tranquilli, sapendo che potranno continuare a vedersi "con il cuore".

 

 

2 Comments:

At 26/2/07 16:34, Blogger lijunwwf said...

hello,I recommend to you the best browser in history,I really loved it,I hope you may want to download and try. thank you.

 
At 20/3/07 13:56, Blogger Paoletta said...

Anche io ho letto questo libro poco tempo prima di te....a me è piaciuto molto e lo trovo molto appassionante. Forse alcuni particolari sono descritti troppo superficialmente rispetto ad altri.
Secondo me ha un linguaggio semplice, scorrevole e comrensibile. Consiglio a tutti voi di leggerlo seguito dagli ultimi due libri della trilogia "Il regno del drago d'oro" e "La foresta dei Pigmei".

SEGUITE IL CONSIGLIO!!!

 

Posta un commento

<< Home