mercoledì, marzo 21, 2007

Dell'amore e di altri demoni G.Marquez

Questo romanzo ambientato nella Colombia sotto il colonialismo spagnolo racconta la triste storia di una marchesina creola Sierva Maria dalla lunghissima chioma rossa, non amata dai suoi genitori e per questo costretta a crescere con i servi neri dai quali apprende usi,lingua e costumi. Un giorno Sierva Maria viene morsicata alla caviglia da un cane rabbioso e da allora, tormentata dal dolore e per la ferita e per il non sentirsi amata dalla sua famiglia, inizia a chiudersi in sè stessa a non parlare più la lingua dei bianchi. Nonostante le cure di vari medici e stregoni, Sierva Maria non sembra guarire e continua a comportarsi in maniera sempre più strana, quasi spettrale. Il padre, disperato, pur non confidando più in Dio, decide di chiedere aiuto al vescovo il quale ritiene che la ragazzina sia posseduta dal demonio e che sia opportuno esorcizzarla, così consiglia al padre di Sierva Maria di portarla al convento delle clarisse.
Il vescovo scieglie come esorcizzatore un prete Cayetano Delaura,suo uomo di fiducia, il quale si innamorerà di Sierva Maria andando contro i suoi voti e contro la Chiesa....
Consiglio a tutti la lettura di questo romanzo un po'complesso ma coinvolgente.