mercoledì, marzo 21, 2007

Notturno indiano


La vicenda è ambientata in India, ai giorni nostri, ed è incentrata sulla figura di un protagonista, innominato per tutto lo svolgimento, alla ricerca dell'amico Xavier, perdutosi nel Paese asiatico, anche se il vero motivo del suo viaggio è la consultazione della biblioteca nazionale di Goa.
La sua ricerca si articolerà attraverso gli aspetti più contrastanti del panorama indiano, tra alberghi lussuosissimi e quartieri degradati, incontrando ogni genere di persone che lo aiuteranno, a modo loro, nella vera ricerca, che il lettore comprenderà solo alla fine della vicenda, quella che lo porterà a comprendere il lato più nascosto e relativo delle cose, alimentato da un'aria di mistero che pervade buona parte dell'opera. Il libro non si conclude con il ritrovamento dell'amico, ma con l'ennesimo incontro, quello però decisivo, nel quale il protagonista incontrerà una donna e con lei l'amore. L'opera è impegnativa, di non facile lettura, e lo scontato finale mancante lascia il lettore quasi in sospeso, interrogandosi sulla sorte del protagonista e chiedendosi se la ricerca dell'amico non fosse solo un pretesto per permettere all'autore di illustrare gli aspetti contrastanti di un paese come l'India: un Paese che, nel corso degli anni, assumerà sempre più peso sulla scena internazionale.