domenica, aprile 15, 2007

Così parlò il nano da giardino


La trama di questo libro è molto semplice e lineare: dei gerbilli vivono in un prato dove di lì a poco sarebbe stato creato un canile, quindi, sotto consiglio del nano da giardino dei padroni del terreno, si recano in un nuovo prato. Non mi è piaciuto lo stile dell'autrice per il modo di scrivere troppo banale (che mi ha ricordato i raccontini che scrivevo quando ero piccola) e per la spiegazione di ogni metafora e ogni parola con un doppio significato, che rendevano la lettura molto più noiosa e scontata. Ho trovato poi la trama banale e inutile. E sinceramente trovo che l'idea di spiegare tutte le figure retoriche non sia molto utile, di certo io non me le ricordo grazie a questo raccontino.