martedì, maggio 15, 2007

. Death Note .

Essendo io un'appassionata di manga, ed essendomi stancata delle solite (ed abbastanza scontate) commediole romantiche, sto esplorando da un anno a questa parte nuovi generi, direi più stimolanti.
Un manga ancora in uscita e molto interessante è Death Note, letteralmente "Quaderno della Morte".
Light è un giovane studente universitario, disgustato e annoiato dalla società attuale. Un giorno entra per caso in possesso di un quaderno, appunto il Death Note. Esso appartiene in realtà a Ryuk, uno Shinigami (spirito della morte). questo quaderno ha una grande potenzialità. Scrivendovi sopra il nome di una persona si può determinare la morte della persona stessa. Comincerà così la sua opera di pulizia del mondo da tutti quei malviventi che lo infestano, a partire ovviamente dal Giappone. Ben presto però la polizia si accorgerà di queste morti sospette e assolderà un eccentrico detective che si fa chiamare L, per fermare Kira, cioè Light (Kira è la pronuncia giapponese di Killer, ed è il modo con cui le persone su internet si riferivano a lui scambiandosi opinioni sui misteriosi omicidi). Inizierà così una sfida tra loro due per dimostrare chi è il più intelligente. Con il passare dei volumi si aggiungeranno personaggi e la storia si intricherà ancora di più...
il disegno è accurato, piacevole ma anche molto ben strutturato (si vede che l'autore conosce bene le tecniche di disegno). Non ci sono cali di tensione e le vignette sono concatenate l'una all'altra in modo, direi, buono. Il cordone narrativo non si strappa e il manga risulta nel suo complesso un'ottima opera.
Il manga, creato da Tsugumi Ohba, è composto da dodici volumi ed è pubblicato in Italia da Planet Manga (3, 90 €, se ben ricordo). Consiglio però agli interessati di aspettare giugno per prendere la prima ristampa del primo numero, in quanto la prima edizione originale è andata purtroppo esaurita, e come ho appurato al Torino Comics, le fumetterie non lo fanno pagare meno di 20 - 30 € (anch'io manco del primo numero, purtroppo...). Nelle fumetterie molto fornite si possono anche trovare vari gadget ispirati al manga, per esempio il famoso Death Note (prezzo non rilevato).
Buona lettura agli interessati! =)

 

 

5 Comments:

At 15/5/07 11:06, Blogger NymphetamineGirl said...

ma a me piacciono le commedie manga romantiche e scontate!!!!*_____*

 
At 15/5/07 11:14, Blogger Mademoiselle_Oscar said...

ci credo XD Ma io ne ho lette circa un miliardo! Aspetta di leggerne un miliardo anche tu XD Poi dico, alcune sono belle, ma tante alla fine sono sempre la solita storia... In questo periodo tra quelle che ho visto la migliore mi pare High School Debut! =) Che mi pare tu stia leggendo!

 
At 15/5/07 14:40, Blogger simona said...

Death Note è un capolavoro. Anche se negli ultimi volumi il tono si abbassa, resta un ottimo lavoro. Io poi adoro il tratto di Takeshi Obata (il disegnatore).

A Torino Comics avevo una mezza idea di comprarlo, il Death Note: ma i soldi scarseggiavano, e mi sono accontentata del lucchetto di Ren Honjo.

 
At 15/5/07 17:19, Blogger ste.91 said...

Sembra molto interessante! Quasi quasi ci faccio un pensierino...

 
At 30/5/07 18:38, Blogger ilaria said...

Premetto,non sono una grande appassionata di manga ma questa storia,così come è presentata nel post,mi ispira molto..davvero interessante!

P.S.:anche a me,Lucy,piacciono quel tipo di storie..romantiche e scontate!XD

 

Posta un commento

<< Home